Perché il bucato puzza? Cause e Rimedi

Ti è mai capitato di fare una lavatrice ed accorgerti che il bucato ha un cattivo odore? Insomma, appena lavato e puzza? Sicuramente avrai avuto anche tu, almeno una volta nella vita, questa brutta sorpresa.

Si tratta di un problema molto diffuso e fastidioso, ma che puoi risolvere con alcuni piccoli accorgimenti. Ecco quali.

Perché il bucato lavato puzza?

Ci sono diverse cause che possono provocare un cattivo odore ad un bucato appena lavato, anche se la lavatrice è nuova o hai messo il miglior ammorbidente presente in commercio.

Le cause del bucato che puzza più comuni sono i frequenti lavaggi a basse temperature, l’utilizzo frequente di lavaggi brevi, le troppe ore trascorse nel cestello della lavatrice prima che il bucato venga steso, oppure una scorretta installazione della lavatrice stessa.

Come evitare cattivi odori sul bucato?

Per fortuna a tutti questi problemi possiamo porre un rimedio in modo molto semplice. Il primo accorgimento che dovresti avere sempre è quello di stendere sempre il bucato subito dopo il termine del lavaggio in lavatrice.

Lasciare il bucato a lungo nel cestello favorisce la formazione di muffe e cattivi odori, difficili da rimuovere anche con un lavaggio successivo. Queste perché i batteri che causano cattivi odori nella lavatrice si annidano non solo nel cestello, ma anche nei suoi componenti e sul bucato stesso.

Cerca di programmare le lavatrici in un orario compatibile con l’asciugatura dei panni: puoi far andare la lavatrice verso le 4/5 del mattino  in modo da poter stendere il bucato appena alzata.

# Regola numero 1: stendere subito dopo il lavaggio

Evita l’utilizzo di cicli di lavaggio brevi, a meno che non sia strettamente necessario: i lavaggi brevi infatti non consentono una perfetta pulizia del bucato e favoriscono la formazione di batteri che, restando nei tubi di scarico, provocano cattivi odori che vengono subito “assorbiti” dal bucato. Utilizza questo tipo di programma il meno possibile e solo in casi di emergenza.

Anche se con un ciclo breve risparmi energia elettrica, nella realtà i disagi che ne derivano sono superiori al risparmio ottenuto (ad esempio perché dovrai lavare 2 volte lo stesso bucato): limitali al minimo indispensabile!

# Regola numero 2: evita lavaggi troppo brevi

Il bucato, per essere lavato e disinfettato, deve essere lavato ad una temperatura minima di almeno 40°. Sotto queste temperature i batteri e lo sporco ristagnano nei tubi della lavatrice (quelli nascosti ad occhio nudo) causando cattivi odori, lavaggio dopo lavaggio.

Leggi anche: Come pulire la lavatrice

Salvo casi particolari che richiedono un lavaggio a freddo o a basse temperature, preferisci i lavaggi da 40/60°: in questo modo non solo avrai un bucato perfetto, ma anche la lavatrice stessa verrà automaticamente pulita ad ogni lavaggio.

# Regola numero 3: evita lavaggi a basse temperature

Se il tuo problema non rientra in nessuna di queste casistiche, prova a verificare che il tubo di scarico sia posizionato in modo corretto. Per scaricare al momento giusto (e nel modo giusto), il tubo di scarico della lavatrice (che solitamente è grosso e grigio) deve essere posizionato ad almeno 60/70 cm dal pavimento. Questa posizione garantisce il perfetto funzionamento del tuo elettrodomestico. Se la posizione dello scarico nella tua lavatrice è differente, potrebbe essere proprio questa la causa del cattivo odore del tuo bucato!

# Regola numero 4: hai installato bene il tubo di scarico?

Infine ricordati di pulire con regolarità la guarnizione anteriore dello sportello della lavatrice ed il filtro, che generalmente puoi trovare nella parte anteriore della lavatrice, in basso. Anche questi possono causare cattivi odori. Anche il cassetto della lavatrice deve essere lavato regolarmente (almeno 1 volta al mese) per evitare otturazioni ed accumuli di detersivo.

# Regola numero 5: pulire con regolarità filtro, guarnizione oblò, cassetto detersivo

Se hai il problema della puzza nella tua lavatrice ed i rimedi sopra non hanno funzionato, prova a fare così: avvia un lavaggio a vuoto a 90° (meglio farlo nel weekend o in orario serale per ridurre i consumi elettrici) aggiungendo nel cassetto del detersivo un paio di cucchiai di bicarbonato, oppure mezzo bicchiere di aceto bianco.

Grazie all’alta temperatura la lavatrice si pulirà e disinfetterà eliminando i residui di sporco ed i batteri annidati nelle tubazioni: inoltre il bicarbonato e ha una funzione anticalcarea, eliminando ogni traccia di calcare dalla tua lavatrice, che ne trarrà solo giovamento. L’aceto invece è noto per la sua capacità di rimuovere i cattivi odori, annientandoli.

# Regola numero 6: 1 volta al mese, avvia un lavaggio a vuoto a 90°

Un’altro suggerimento che posso darti è quello di utilizzare delle essenze per profumare il bucato. Le puoi acquistare al supermercato, nei negozi specializzati ed anche su Amazon.

Leggi le recensioni sulle Essenze profuma Bucato

18,00€
disponibile
1 nuovo da 18,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
non disponibile
Amazon.it
Spedizione gratuita
18,00€
disponibile
1 nuovo da 18,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 14 Dicembre 2019 00:33

Seguendo tutti questi consigli, il tuo bucato sarà sempre profumato e non avrà più cattivi odori: ti ricordo che aumentare la quantità di detersivo e ammorbidente usati durante il lavaggio, non risolverà il problema se non lo andrai ad estirpare alla radice.

Ricorda quindi di pulire con regolarità la lavatrice: anche lei necessita di attenzioni e di manutenzioni costanti!