in

Open space: quando sceglierlo

Open space o ambienti separati? Questa è una delle prime domande che ci poniamo quando decidiamo di ristrutturare casa. Sicuramente un unico spazio aperto, senza la presenza di muri o tramezzi, che comprende più zone è una soluzione di tendenza molto amata dagli interior designer.

Se da un lato recuperare quei centimetri preziosi altrimenti occupati dalle pareti può essere un ottimo incentivo per le abitazioni piccole, dall’altro sono sempre di più anche case e ville grandi che optano per l‘open space, capace di adattarsi alla perfezione ad uno stile di vita moderno e conviviale.

L’open space non deve però essere confuso con il loft, poiché si tratta di due tipologie di abitazione ben distinte. Mentre nell‘open space abbiamo più ambienti messi in comunicazione tra di loro grazie all’assenza di pareti divisorie, nel loft avremmo un monolocale ricavato da quello che prima era uno spazio commerciale o industriale.

Con l’open space ci troveremmo di fronte a spazi aperti che generalmente interessano la zona giorno di appartamenti tradizionali, mentre con il loft avremmo un monolocale di grandi dimensioni e con soffittature spesso molto alte che vede convivere in un solo spazio zona giorno e zona notte.

Ampi spazi nella zona living con l’open space

Le case moderne sono di metrature sempre più ridotte, e spesso ci troviamo a convivere con spazi angusti tra i vari elettrodomestici avendo a disposizione piani di appoggio inadeguati. Talvolta capita anche di dover rinunciare a molte comodità in cucina, come ad esempio alla lavastoviglie che non trova spazio in ambienti ristretti.

Creare un ambiente unico tra zona cottura e soggiorno consente invece di creare una maggiore fluidità nelle metrature, permettendoci di svolgere le mansioni di ogni giorno in maniera più rilassata.

Gli elementi strutturali divisori vengono ridotti al minimo e saranno gli arredi a definire visivamente gli spazi, donando anche una percezione ottica di ambienti più grandi e spaziosi. Diventa quindi fondamentale scegliere un arredo che dia un senso di continuità ed armonia all’ambiente aperto, caratterizzato da un unico stile e con mobili dello stesso colore.

Favorire la condivisione: i vantaggi dell’open space

Oltre ad offrire ambienti più ampi in cui possono trovare spazio tutti i complementi di arredo senza creare intralcio al passaggio, l’open space si rivela una soluzione perfetta anche per coloro che amano condividere ogni momento con i propri familiari.

Mentre siamo impegnate tra i fornelli infatti, potremmo tranquillamente conversare con chi sta guardando la tv o con i nostri ospiti seduti sul divano, oppure controllare cosa fanno i bimbi piccoli che giocano in salotto.

La pianta aperta permette così di comunicare con il resto della famiglia anche mentre siamo dedite alle operazioni di cucina. Se poi lavoriamo da casa ed abbiamo dei bimbi piccoli potremmo addirittura pensare di integrare nell’open space, oltre alla cucina ed alla zona living, anche l‘home office per tenere d’occhio i bambini mentre svolgiamo il nostro lavoro.

Più luminosità con l’open space

Gli ambienti risulteranno decisamente più luminosi se optiamo per un open space che comprende cucina e zona living. L’angolo cottura è spesso penalizzato dalla presenza di finestre di dimensioni ridotte, o addirittura senza finestre.

Eliminare le pareti rendendolo un unico ambiente che si apre sulla zona relax permetterà così di beneficiare dell’illuminazione naturale che arriva da quest’area, rendendo più piacevoli e rilassanti tutte le operazioni in cucina.

Quali sono gli svantaggi dell’open space?

Dopo aver visto quali sono i vantaggi, vorremmo adesso soffermarci un momento anche sugli svantaggi dell’open space. Vi sono infatti alcuni aspetti da considerare attentamente prima di fare questa scelta.

Il primo svantaggio open space è legato alla diffusione degli odori che si sprigionano dalla zona cottura. Essendo comunicante con l’area living questi potrebbero invadere il salotto. Vi sono tuttavia alcuni accorgimenti che ti aiuteranno a risolvere questo problema, come l’installazione di una buona cappa aspirante per gli odori sopra al fornello.

169,99€
177,99
disponibile
1 nuovo da 169,99€
1 usato da 117,17€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 25 Ottobre 2020 23:28

Un altro aspetto da considerare attentamente è quello legato all’ordine. Se con una casa a pianta tradizionale ti basta chiudere la porta di cucina per nascondere alla vista degli ospiti pentole e scodelle da lavare, con l’open space tutto questo non sarà possibile, per cui anche il lavello e la zona cottura in generale dovranno sempre presentarsi in perfetto ordine.

A differenza del loft, l’open space generalmente viene limitato alla zona giorno, in modo tale da lasciare la necessaria privacy agli abitanti della casa. La scelta di spazi aperti che non interessino la zona notte è anche legata ad un fattore estetico.

Aumentando la superficie a vista aumenteremo inevitabilmente anche l’eventualità di avere la casa in disordine: basterà un solo angolo con qualcosa fuori posto a dare l’idea di ambiente poco curato. Un ottimo sistema per prevenire questo inconveniente potrebbe essere dato da mobili contenitori, in grado di ospitare anche solo temporaneamente giocattoli o strumenti di lavoro.

43,85€
disponibile
1 nuovo da 43,85€
1 usato da 27,52€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 25 Ottobre 2020 23:28

Come avere un open space che si trasforma in spazi separati

Adori l’idea di realizzare un open space ma temi che odori, rumori e disordine possano farti pentire della tua scelta? Potresti prendere in considerazione l’idea di creare ambienti aperti che sappiano trasformarsi in spazi separati grazie alla presenza di pareti scorrevoli con porte a scomparsa.

In questo modo potrai avere la convivialità con familiari ed ospiti quando desideri, mettendo in mostra la tua cucina preziosa e sfruttando tutti i vantaggi che offre l’open space, ed al tempo stesso riuscirai a delimitare gli ambienti all’occorrenza.

In commercio potrai trovarne un’ampia scelta: da quelle scorrevoli in vetro per assicurare un buon passaggio della luce a quelle opache, che ti permetteranno di dare agli ambienti un senso di maggior delimitazione.

Ultimo aggiornamento il 25 Ottobre 2020 23:28