Olio paglierino: cos’è, come si usa, a cosa serve

L’olio paglierino è una sostanza di origine vegetale o sintetica che viene utilizzato per molti trattamenti del legno. Vuoi sapere come ravvivare un bel mobile o far tornare a splendere il tavolo e la panca in cucina? Oppure vuoi effettuare un trattamento protettivo su un pavimento poroso? Questo formidabile olio si presta a moltissimi usi. Scoprili leggendo questo articolo, dove troverai tutti i segreti e le caratteristiche dell’olio paglierino.

Pubblicità

Cos’è l’olio paglierino

Quest’olio di origine vegetale deve il suo nome al colore che lo contraddistingue (giallo paglierino, appunto). Dal punto di vista funzionale si presenta come un prodotto sicuro da usare (non è pericoloso né velenoso), facile e veloce da utilizzare e in grado di essiccare senza lasciare patine sulle superfici. Per questo viene spesso preferito per il trattamento di mobili di particolare pregio (come i mobili in legno d’epoca). Ma il suo impiego, come vedremo più avanti, si estende anche ad altri prodotti in legno.

Olio paglierino: a cosa serve?

Il suo impiego più comune lo vede senza dubbio utilizzato per il trattamento di mobili in legno. Grazie alla sua azione nutriente e protettiva viene infatti usato spesso per ridare lucentezza e splendore ai manufatti di legno sfibrati. L’olio paglierino penetra in profondità restaurando così il legno sfibrato e mantenendone la naturale traspirazione. Applicato sulle superfici di mobili e infissi in legno contribuisce a scurire le superfici, donando nuance decisamente calde e visivamente molto piacevoli. A questo proposito è sempre bene procedere facendo prima una prova in un punto non visibile perché l’azione dell’olio paglierino non è reversibile.

3,80€
disponibile
eBay
7,90€
10,94€
disponibile
4 new from 7,90€
as of 24 Luglio 2021 08:59
Amazon.it
8,65€
disponibile
as of 24 Luglio 2021 08:59
Amazon.it

Nella lucidatura a tampone permette di avere una duplice funzione, offrendo sia un trattamento lubrificante che brillantante. A differenza dell’olio di lino cotto, l’olio paglierino non è filmogeno. Questo significa che non rilascia sulla superficie trattata nessuna pellicola (o patina) e quindi non altera l’aspetto del legno.

Da leggere:  Pesciolini d'argento: cosa sono, come allontanarli

Unito a essenza di trementina e alcool permette di avere quella che viene comunemente indicata come la soluzione triplice, perfetta per una pulizia approfondita dei mobili di legno.

Oltre che per i mobili in legno l’olio paglierino può rivelarsi prezioso anche per il pavimento in parquet, per le porte e gli infissi, che riacquisteranno il loro originario splendore grazie a questa preziosa sostanza nutriente e lucidante.

Come si usa l’olio paglierino?

A seconda delle condizioni delle superfici da trattare cambiano le modalità d’uso dell’olio paglierino. Se per esempio si vuole semplicemente ridare lucentezza ad un pavimento in parquet o a un mobile in legno sarà sufficiente spolverare bene la superficie ed applicare successivamente un panno imbevuto con un po’ di olio. Dopo averlo steso in modo uniforme su tutta la zona passare con uno straccio asciutto per rimuovere eventuali eccessi e lasciar asciugare per 24 ore.

Se la superficie è particolarmente rovinata sarà invece necessario effettuare preventivamente un’operazione di sverniciatura e lavorare la parte in legno con una fresa o una pialla per riportare la superficie a condizioni ottimali. Solo quando la zona si presenterà perfettamente liscia potremmo procedere alla stesura dell’olio paglierino come descritto sopra.

Non perdere anche questi consigli:

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!