Tutto quello che dovresti sapere sull’Oidio (mal bianco)

Nebbia, albugine o mal bianco: l’Oidio è conosciuto con moltissimi nomi che comunque si traducono in un fungo che può danneggiare seriamente le nostre piante. In questo articolo vediamo come riconoscerlo, quali possono essere le cause che lo portano ad attaccare le nostre piante e soprattutto come debellarlo con rimedi naturali.

Pubblicità
Oidio
Rosa affetta da Oidio (Mal Bianco)

Cos’è l’Oidio

Hai notato una specie di muffa biancastra con una consistenza simile a quella della farina sulle tue piante da giardino? Potrebbe trattarsi di Oidio o mal bianco. A causarla è un fungo invisibile all’occhio umano, che produce dei filamenti nel fogliame. Da questi filamenti si sviluppano le spore che, trasportate dal vento, possono raggiungere in poco tempo anche tutte le altre piante del giardino.

Una volta colpite le foglie bloccano la loro crescita, si accartocciano, seccano e cadono, mentre i germogli crescono molto lentamente, dando origine a fiori piccoli e malformati. Se poi raggiunge le piante da frutto i danni possono essere davvero elevati, poiché i frutti diventano immangiabili. Come abbiamo detto i funghi sono invisibili, ma purtroppo i loro effetti si notano eccome.

Tra le piante dell’orto maggiormente soggette ad attacchi di Oidio ci sono le bietole, l’indivia, il sedano, il prezzemolo e le carote, mentre gli alberi da frutto più a rischio sono il melo, il pesco e la vite. Ma questo fungo non risparmia neppure le piante ornamentali, e tra queste le sue preferite sono la rosa, la lilla, la begonia, l’ortensia e la calendula.

Mal bianco cause

Perché si sviluppa il mal bianco nelle piante? Prima di vedere come curarlo cerchiamo di capire come possiamo fare a prevenirlo. Questa malattia fungina si sviluppa in presenza di clima umido: temperature intorno ai 20/22°C e livelli di umidità superiori al 50% sono l’habitat ideale per il fungo responsabile dell’Oidio.

Sarebbe anche opportuno evitare di irrigare le piante nelle ore centrali della giornata, quando il caldo e il sole favorirebbero alti livelli di umidità, ed evitare di bagnare le foglie, preferendo un sistema di irrigazione a goccia per l’orto e le piante da frutto o bagnando direttamente la base delle piante ornamentali.

Come combattere l’Oidio

Se ti accorgi che il fungo ha attaccato le tue verdure o i vasi in giardino corri ai ripari: un intervento tempestivo ti permetterà di limitare i danni causati da questo fungo. Per combatterlo puoi ricorrere ai fitofarmaci (ma le sostanze chimiche finirebbero nelle verdure destinate al tuo piatto o potrebbero creare pericoli se hai bambini piccoli o animali domestici).

Fortunatamente esistono anche rimedi biologici che ti aiuteranno a debellare il fungo dell’Oidio senza rovinare il raccolto e senza creare danni all’ambiente. Per prevenire la formazione di funghi puoi usare l’olio derivato dai semi dell’albero del Neem, un ottimo sistema completamente naturale per debellare i parassiti in genere.

I Consigli Dell'Esperto Spray Olio di Neem Pronto all'Uso

8,90  disponibile
6 new from 7,56€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 18 Settembre 2021 14:07

Anche lo zolfo si rivela utilissimo per contrastare l’Oidio e questo prodotto bio fungicida e acaricida è ideale anche per l’agricoltura biologica.

Flower 70516-bioflower zolfo-sofrex, 6 x 15 g

6,30  disponibile
Amazon.it
as of 18 Settembre 2021 14:07

Un’altra soluzione che potresti adottare per cancellare la presenza del fungo dalle tue piante è un composto da realizzare con bicarbonato di sodio, acqua e aceto. Se deciderai per questo metodo green dovrai diluire in un litro d’acqua un cucchiaio grande di bicarbonato di sodio e uno di aceto. Una volta preparato il composto utilizzalo per nebulizzare le piante colpite alla sera o al mattino presto. Ripeti il trattamento dopo qualche giorno e vedrai che le tue piante torneranno a mostrarsi in tutto il loro splendore!

Non perdere anche questi consigli:

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!