Come rimuovere le macchie di caffè

Basta un attimo di distrazione et voilà… sulla tovaglia (magari bianca) appena messa sul tavolo compare una bella chiazza di caffè! Al momento della colazione, dopo pranzo o dopo cena o in una pausa pomeridiana… sono tanti i momenti in cui ci si concede un caffè e altrettanti i momenti in cui tovaglie o vestiti possono macchiarsi. Ma non preoccuparti, se hai combinato un pasticcio, leggi come rimuovere le macchie di caffè in modo semplice.

Caffè su tovaglie e vestiti? Rimuovilo così!

Come regola generale, cerca di agire subito: rimuovere le macchie di caffè già secche, infatti, potrebbe risultare difficile e, se si tratta di un tessuto delicato, potrebbe rimanere un antipatico alone!

Se puoi, ammorbidisci immediatamente la macchia con dell’acqua (preferibilmente tiepida o calda) e aggiungi un po’ di sapone delicato, quello di Marsiglia o il sapone fatto in casa sono eccellenti.

Se a essersi macchiati di caffè sono tovaglie e strofinacci che usi abitualmente in cucina potresti aggiungere un po’ di candeggina (evita però di usarla su tessuti delicati e di valore).

Leggi anche: Come rimuovere le macchie di vino

Rimedi naturali per rimuovere le macchie di caffè

Tessuti sintetici e delicati possono invece essere trattati con un mix di acqua e aceto: diluisci una parte di aceto in tre parti di acqua e tampona le macchie con questa soluzione. In alternativa, puoi mettere direttamente in ammollo il tessuto nell’acqua acidulata e lasciarlo lì per qualche ora prima lavarlo (a mano o in lavatrice) con un detersivo delicato.

Anche il bicarbonato di sodio e l’acqua gassata possono essere d’aiuto per rimuovere le macchie di caffè, sia quelle fresche sia quelle che si sono già seccate. La loro capacità di penetrare all’interno delle fibre dei tessuti permetterà di rimuovere ogni traccia della macchia senza difficoltà.