Come pulire il silicone annerito: 3 modi infallibili

Il silicone viene utilizzato in cucina e in bagno per sigillare lavelli e sanitari, ma anche vetri, specchi e piastrelle. Facile da applicare, grazie all’apposita pistola, è resistente agli agenti atmosferici ed è perfetto per le piccole riparazioni fai da te. Con il passare del tempo però questo materiale tende inevitabilmente ad accumulare sporco e polvere, trasformandosi in un elemento antiestetico. Vuoi sapere come pulire il silicone annerito e farlo tornare bello come appena messo? Continua a leggere…

Pubblicità

3 rimedi infallibili per il silicone annerito

Pronta a metterti al lavoro per eliminare il nero del silicone con gli antichi rimedi naturali della nonna? La prima cosa che dovrai fare è indossare un paio di guanti e aprire le finestre, per arieggiare la stanza.

Il primo consiglio che vorrei darti per sbiancare il silicone annerito consiste nel riempire uno spruzzino con acqua e aceto bianco in parti uguali, e applicare poi il composto sulle superfici. Lascialo agire per circa due ore. Infine strofina la superficie aiutandoti con una spugnetta non abrasiva e risciacqua bene.

In alternativa puoi preparare una miscela di aceto bianco e bicarbonato, che userai per coprire le parti in cui il silicone si presenta annerito. Lasciala agire qualche minuto. Quando noti che la “pappetta” si è seccata strofina la parte con un vecchio spazzolino da denti a setole rigide oppure usa un panno umido. Infine risciacqua per avere un risultato che ti lascerà davvero a bocca aperta.

Vuoi far tornare il silicone come appena messo? Un altro rimedio altrettanto efficace consiste nello spruzzare le piastrelle o i bordi dei sanitari con un composto di acqua e candeggina. Anche in questo caso dovrai lasciare agire la soluzione qualche minuto prima di risciacquare bene. Se scegli di utilizzare questo rimedio ti consigliamo di farlo con le dovute cautele: la candeggina è un ottimo disinfettante ma richiede massima cautela nell’utilizzo. In particolare ricorda di arieggiare bene la stanza.

Come prevenire il silicone annerito

Non ci stancheremo mai di dirlo: prevenire è sempre meglio che curare. Per questo, dopo averti svelato i trucchi per far tornare a splendere il silicone, vorremo proseguire con qualche consiglio utile per evitare che possa annerirsi di nuovo. Se hai appena finito di ristrutturare il bagno, il silicone utilizzato per sigillare le piastrelle e i sanitari sarà sicuramente perfetto (così come se hai appena finito di pulirlo con i rimedi che ti abbiamo dato).

Vuoi sapere come fare per mantenerlo così? Quelle antiestetiche macchie nere sono in realtà causate dalla muffa, che si forma negli ambienti dove i livelli di umidità sono elevati. Ricordati di arieggiare bene la stanza da bagno dopo aver fatto la doccia, e di asciugare bene le superfici del lavello e del bidet, dopo ogni utilizzo insistendo proprio nelle giunture.

Hai già pensato alla possibilità di installare un deumidificatore in bagno? Potrebbe essere un’ottima soluzione per risolvere i problemi di umidità in bagno, che oltre a causare silicone annerito provocano danni anche alla salute.

Non perdere anche questi consigli:

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!