Come profumare la biancheria

Ti capita di lavare il bucato in lavatrice ma di avere i panni non proprio profumati, o addirittura con un cattivo odore? Le motivazioni possono essere diverse e bastano dei semplici accorgimenti per ottenere un bucato sempre pulito e profumato. Scopriamoli insieme!

Come ottenere un bucato sempre profumato?

Se sei alle prime armi con la lavatrice, oppure la usi già da tempo ma ultimamente la biancheria esce dalla lavatrice con un cattivo odore, potresti aver fatto qualche errore durante il bucato. Nulla di grave, puoi rimediare facilmente anche da subito.

Lavaggi rapidi a basse temperature

Le lavatrici moderne, hanno (quasi) tutte un’opzione per fare dei lavaggi rapidi, generalmente di 30 minuti al massimo. Questo tipo di lavaggio è molto comodo in caso di emergenze. Se per esempio devi uscire, ma prima devi lavare assolutamente dei panni non molto sporchi, questa soluzione ti può aiutare.

La lavatrice impiega generalmente circa 30 minuti a fare il lavaggio rapido completo, ma non abusare di questo programma. I lavaggi rapidi avvengono a basse temperature e questo comporta la proliferazione di batteri nello scarico della lavatrice, che sono poi la causa dei cattivi odori che senti provenire da questo elettrodomestico ogni volta che apri lo sportello.

Usa questo programma solo in caso di emergenza e solo per panni che necessitano solo di una “rinfrescata”, come le lenzuola. In caso contrario, utilizza programmi a ciclo completo con temperature di almeno 40°/60°.

Non lasciare i panni in lavatrice

Spesso, per comodità, avviamo il ciclo della lavatrice mentre siamo (per esempio) al lavoro o fuori casa. Se è vero che questa abitudine ci permette di risparmiare tempo in casa, è anche vero che può essere la causa dei cattivi odori della nostra biancheria.

Il bucato dovrebbe essere steso subito dopo il termine del lavaggio. Cerca di programmare i lavaggi della lavatrice facendoli coincidere con il tuo ritorno a casa. Se non hai una lavatrice programmabile, potrebbero esserti utili i timer elettrici: impostandolo correttamente, il timer attiverà la trasmissione di corrente elettrica al tuo apparecchio solo negli orari che imposterai tu. In questo modo potrai stendere subito il bucato evitando la formazione di cattivi odori.

Biancheria profumata
Come ottenere una biancheria sempre profumata.

Uso dell’ammorbidente

L’ammorbidente è un valido alleato per profumare la tua biancheria, ma senza la messa in pratica dei consigli che ti abbiamo elencato più sopra potrebbe essere del tutto inutile.

Evita l’ammorbidente solo se hai necessita di far asciugare subito il bucato: l’ammorbidente infatti crea una sorta di “patina” che rende l’asciugatura dei panni più lenta. Se non hai l’ammorbidente in casa, puoi provare ad utilizzare un rimedio naturale oppure aggiungere qualche goccia di olio essenziale nell’apposito scomparto della lavatrice.

Utilizza le essenze profumate

Le essenze profumate sono dei prodotti concentrati studiati proprio per profumare la biancheria. Li trovi in vendita nei negozi specializzati ma le puoi acquistare anche su Amazon: clicca qui per vederle e leggere le recensioni su questo prodotto.

Evita di stendere panni vicino a fumi o cattivi odori

Vietatissimo inoltre stendere i panni vicino a qualsiasi fonte di fumo o di cattivo odore. In autunno ed in inverno potrebbe capitarti di avere la necessità di stendere i panni all’interno della casa per evitare la pioggia. Per esempio, la cucina è la zona meno indicata, in quanto i tuoi panni assorbiranno tutti gli odori ed il grasso che si forma quando stai cucinando.

Vietate anche le zone dove sono presenti dei fumatori (i panni lavati e stesi sapranno di nicotina quando riponi la biancheria) e anche quelle dove sono presenti altri fumi, come quelli che potrebbero provenire da una stufa a legna o da un barbecue.

Leggi anche: Perchè usare il bicarbonato in lavatrice

Evita le zone umide della casa

Se invece hai già lavato il tuo bucato, e lo hai riposto profumatissimo ma quando apri l’armadio per utilizzare uno dei capi che hai riposto e questo presenta un cattivo odore, fosr potresti avere un problema di muffa in casa.

Prova ad arieggiare la stanza e verifica che negli angoli o sulle pareti non vi sia la presenza di muffa. Se ad occhio nudo non riesci a vederla, prova anche a controllare la parete dietro l’armadio. Se è troppo attaccata al muro, potrebbe essersi formata della muffa che non puoi vedere se non spostando l’armadio. Fai questo controllo e, se trovi delle macchie di muffa, segui questi consigli per rimuoverla il prima possibile.

Aiutati con la natura

Infine un consiglio che viene proprio dalla natura. In estate, prepara dei sacchetti profumati fai da te con i fiori di lavanda. Regalano un profumo fantastico alla nostra biancheria che dura molto a lungo. Scopri qui come farli in casa.

Leggi anche: Usi alternativi del balsamo