Come organizzare il frigorifero

Organizzare bene il frigorifero consente di avere sempre ben chiaro il suo contenuto e, di conseguenza, permette un facile accesso agli alimenti e ne evita lo spreco, ottenendo anche una riduzione della spesa energetica. Bastano poche regole di facile applicazione per raggiungere il risultato desiderato.

Mettete ogni alimento al posto giusto

La prima regola per organizzare il frigorifero è quella di tenere conto della diversa temperatura dei vari ripiani. In quelli superiori, che sono sempre i più freddi, vanno sistemati tutti i prodotti che tendono a deperire con maggiore facilità come, per esempio, i latticini freschi, le carni e i pesci.

Immediatamente sotto vanno invece disposti gli alimenti che hanno già subito una prima trasformazione, come i cibi già cotti e magari avanzati dal giorno precedente oppure gli alimenti già lavorati, per esempio un ragù, e che serviranno per completare altri piatti.

Lasciando i ripiani centrali del frigorifero andiamo a dare un’occhiata al cassettone collocato nella parte inferiore dell’elettrodomestico, che dovrà riempirsi di frutta e di verdura accuratamente pulita e ben asciutta. I ripiani laterali tradizionalmente sistemati sull’interno porta del frigorifero sono invece riservati alle bibite, al burro e alle uova.

L’arte di separare e conservare

L’igiene dell’alimentazione suggerisce di adottare qualche regola anche nel campo della conservazione degli alimenti e della separazione di quelli cotti da quelli che vanno consumati direttamente come i formaggi, i salumi o l’insalata lavata.

I contenitori in plastica, o meglio ancora quelli in vetro, rappresentano un aiuto valido anche per l’isolamento degli odori.

In particolar modo i formaggi devono essere racchiusi in un contenitore unico, in modo che il loro odore particolarmente forte non contamini gli altri cibi. Le uova vanno inserite negli appositi spazi con la punta rivolta verso il basso, i pesci vanno conservati puliti mentre le carni crude devono essere tolte dal loro involucro e disposte su un piatto.

Anche la verdura deve essere riposta ben pulita e, dopo averla perfettamente asciugata è consigliabile inserirla in un sacchetto di plastica per alimenti avvolta da un foglio di carta da cucina, in modo da garantire l’adeguata dose di umidità che ne prolunga la freschezza. Anche la frutta va conservata già pulita e asciugata.

Last updated on 11 dicembre 2018 07:05

Gli alimenti più vecchi in prima fila

Quando ci si chiede come organizzare il frigorifero occorre tenere ben presente anche le date di scadenza dei vari alimenti. I cibi appena acquistati devono infatti essere riposti dietro a quelli che occupano i ripiani già da un po’ di tempo. In questo modo sarà facile consumarli per primi ed evitare che possano scadere e vadano sprecati.

Igiene del frigorifero

Per un perfetto funzionamento del frigorifero, indispensabile per una corretta conservazione degli alimenti in esso contenuti, occorre evitare di riempirlo in modo eccessivo, altrimenti l’aria fredda non potrebbe circolare bene compromettendo la conservazione. Una volta al mese pulite il frigorifero con un panno imbevuto di acqua calda e qualche goccia di detersivo per i piatti, risciacquate e completate l’operazione con una passata di acqua calda e aceto per eliminare i cattivi odori.

Come organizzare il frigorifero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *