in

Come innaffiare le piante di casa quando si è in vacanza

Finalmente il momento delle vacanze è arrivato, ma prima di partire è importante predisporre un sistema ideale per garantire alle piante del giardino o del balcone l’acqua necessaria.

Pubblicità

Se avete una vicina gentile ed affidabile che promette di prendersi cura delle vostre piante mentre siete in vacanza ok, altrimenti potrete prendere le dovute precauzioni per evitare al vostro rientro di trovare un deserto di arbusti secchi.

Leggi anche come prendersi cura dei gerani

Come preparare l’angolo verde prima di andare in vacanza

Prima di partire è importante riunire tutte le piante in vaso in una zona ombreggiata del giardino o del terrazzo, avendo cura di collocare vicino ai contenitori dei recipienti con l’acqua. Quest’ultima evaporando assicurerà alle piante un buon livello di umidità.

Le piante all’interno dell’appartamento non dovranno essere lasciate completamente al buio. Se avete le persiane la luce che filtra dalle assi in legno sarà sufficiente, altrimenti assicuratevi di lasciare qualche riga alle tapparelle.

Pubblicità

Programmare l’irrigazione in base al periodo di assenza

Se state partendo per un week-end basterà annaffiare un po’ di più le vostre piante la sera prima della partenza, mentre se prevedete di stare via una settimana oltre a bagnare più abbondantemente i fiori dovrete aggiungere della torba o un po’ di sabbia sulla superficie del vaso per ridurre l’evaporazione acquea.

Quando invece parliamo di vacanze di due/tre settimane è necessario predisporre un set di inserti autoannaffianti, perfetto per mantenere in perfetta salute fino a tre piante grazie ad una speciale intercapedine che trattiene una riserva di acqua.

Se i vasi sono molti è possibile ricorrere ad una stuoia filtrante. Basterà prendere una stuoia di dimensioni adeguate al numero di vasi e disporla su una superficie impermeabile. Una parte della stuoia viene poi immersa in una bacinella di acqua posta ad un livello inferiore rispetto al piano, assorbendo il liquido che risalendo andrà a inumidire la parte stesa sotto ai vasi mantenendo il terriccio sempre bagnato.

Un’altra ottima soluzione arriva dai flaconi di acqua complessata. Il composto all’interno è un gel costituito da acqua demineralizzata e cellulosa. Quest’ultima viene distrutta dai microrganismi presenti nel terreno liberando così le particelle di acqua. Si tratta di un sistema efficace in caso di assenza di 15/20 giorni. Ovviamente occorrerà aver cura di posizionare, prima di partire, le bottiglie capovolte il più possibile vicino al tronco della pianta.

Sono tutti trucchetti che vi permetteranno di godervi le meritate ferie senza dover per questo rinunciare ad avere un bel giardino o un orto curato al vostro rientro.

Settembre offre ancora giornate miti e temperature gradevoli in cui sicuramente sarà piacevole organizzare delle belle cene e serate all’aperto in compagnia di amici e parenti, e poterlo fare in uno spazio verde perfettamente tenuto, magari davanti ad un’ allegra grigliata accompagnata da un’insalata preparata con i pomodori coltivati nel proprio giardino è sicuramente qualcosa a cui nessuno vorrebbe rinunciare!

Come innaffiare le piante di casa quando si è in vacanza
Come innaffiare le piante di casa quando si è in vacanza

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!