Come arredare una cucina in stile moderno

Esiste uno spazio della casa più sfruttato e vissuto della cucina? È qui che terminata la giornata tutti i membri della famiglia si incontrano per preparare e consumare i pasti e trascorrere piacevoli momenti insieme, raccontandosi la giornata. Per renderla un ambiente confortevole a tutto tondo non è importante solo l’atmosfera, ma anche il modo in cui è costruita la stanza.

Naturalmente in ogni nucleo abitativo si raccolgono esigenze specifiche e diversi modi di intendere lo spazio cucina, per cui va da sé che per soddisfarli sarà necessario creare una cucina su misura, meglio se in stile moderno per stare al passo con i tempi senza tralasciare la funzionalità di arredi e accessori.

Cosa rende una cucina moderna

Prima di passare alla progettazione di una cucina moderna è importante capire quali sono gli aspetti che la caratterizzano. Sicuramente a questo stile viene associato il concetto di “less is more”, meno è di più, perché ogni centimetro lancia il grido di semplicità, minimalismo e neutralità. Il fatto che l’ambiente appaia così sobrio non significa che manchi d’organizzazione, perché la funzionalità è un aspetto che rimane sempre centrale nella costruzione delle cucine moderne.

Ciò che le distingue da tutte le altre a colpo d’occhio sono prima di tutti i colori neutri scelti per arredarle, come beige, crema, grigio, nero e bianco, capaci di conferire alla stanza un’atmosfera senza tempo.

Se l’obiettivo è creare un contrasto e aggiungere un tocco di personalità si può optare anche per tinte vivaci, magari da applicare a precisi accessori. Nel caso di cucine piccole, le cromature chiare possono aiutare visivamente a ingrandirne la superficie, portando luce extra nell’ambiente.

Per rendere i mobili della stanza eleganti, basta rimuovere piccoli dettagli come le maniglie, sostituendole con meccanismi più moderni capaci di semplificare l’apertura delle ante.
Modernità è anche sinonimo di organizzazione: in ogni cassetto della cucina ci devono essere sistemi di archiviazione funzionali a riporre ciascun oggetto al posto giusto, così da renderne l’individuazione immediata in caso di necessità. Qualunque sfaccettatura di una cucina moderna strizza l’occhio alla tecnologia, che va a caratterizzare gli elettrodomestici, tutti di ultima generazione, da inserire a incasso per guadagnare spazio e ottenere una linea elegante e senza interruzioni antiestetiche.

Infine, una cucina in stile moderno non può definirsi tale se manca un’illuminazione adeguata per sminuzzare e preparare il cibo senza incappare in incidenti o tagli. Oltre a rivelarsi funzionale, la luce giusta gioca un ruolo chiave anche sotto il punto di vista del design, soprattutto se la scelta ricade su faretti a led a incasso o su una lampada a sospensione.

L’organizzazione degli spazi in cucina

​Per essere funzionale al 100% una cucina moderna dev’essere studiata nei minimi dettagli, partendo dagli spazi: di solito gli elementi che la compongono si possono posizionare a piacimento dentro la stanza, permettendo di sfruttare in maniera efficiente tutta l’area disponibile.

Tra le disposizioni più amate c’è il triangolo, considerata anche quella più pratica perché suddivide in tre parti equidistanti tra di loro la cucina, in base alle principali attività che generalmente si svolgono in questo spazio. Così facendo si avranno quindi un angolo cottura con i fornelli e il forno, un settore adibito alla pulizia dove ci sarà il lavello, e infine un luogo adibito alla conservazione degli alimenti in cui avrà centralità il frigorifero. Nella cucina moderna possono essere inseriti anche elementi multifunzionali come un’isola al centro della stanza, da impiegare sia come piano d’appoggio o arredo su cui installare un piano cottura a induzione dalla superficie lucida e lineare, sia come mobile in cui incastrare credenze e cassettiere o elettrodomestici come il forno.

Crearsi una cucina su misura

Le continue innovazioni e la modernità anche in ambito di arredamento fanno sì che ciascuno possa creare una cucina su misura, rendendola accogliente, fluida e funzionale in base alle proprie necessità. La personalizzazione degli spazi e degli arredi, accessori ed elettrodomestici compresi, si accompagna alla qualità dei materiali scelti per realizzarla: i più gettonati per le cucine su misura moderne rimangono il legno, sia a vista sia come ossatura ricoperta poi da altri tipi di rivestimenti come la finitura laccata o il laminato.

Per i piani da lavoro la pietra naturale, il quarzo e l’acciaio sono i più raffinati, mentre per valorizzare l’estetica complessiva della cucina si può puntare sui dettagli, scegliendo il vetro o l’acciaio e l’ottone per le maniglie. Ogni particolare delle cucine su misura può trasmettere il gusto e la personalità di chi l’ha arredata, proprio per il suo essere modellabile a piacimento sotto qualunque aspetto.

Con una cucina “sartoriale” si riusciranno a sfruttare tutti i centimetri a disposizione nella stanza, creando geometrie e forme anche anticonvenzionali. Per quanto riguarda gli arredi, potranno essere mescolati materiali, colori e finiture anche distanti tra loro, dando vita a uno stile eclettico.

L’ergonomia è centrale nelle cucine moderne su misura perché l’esperienza del cucinare viene resa piacevole adattando, a seconda della fisionomia di chi la utilizza, l’altezza dei piani da lavoro, così come l’organizzazione degli accessori.

Altre letture consigliate:

Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!