Cattivi odori in casa: come individuare le cause

Individuare le cause dei cattivi odori in casa è davvero semplice: i punti da cui generalmente provengono sono facilmente individuabili e con un po’ di attenzione prevenirli è veramente facile. Vediamo insieme quali possono essere le cose a cui dovremo sempre fare attenzione.

Pubblicità

Contenitore per rifiuti

Uno dei principali responsabili di cattivi odori in casa è il cestino della spazzatura. Una buona abitudine consiste nello svuotamento regolare del sacchetto. Tuttavia può accadere che piccole fuoriuscite causino la fuoriuscita dei rifiuti dal sacchetto, causando odori poco gradevoli anche dopo che il bidone è stato svuotato. Prevedere dei lavaggi periodici del contenitore esterno può aiutare a prevenire questo fastidiosissimo problema, specialmente per quanto riguarda il bidone dei rifiuti organici.

Cestello della lavatrice

Il bucato lasciato per troppo tempo all’interno del cestello può causare cattivo odore, così come gli abiti e gli stracci sporchi o bagnati depositati lì in attesa di un carico completo per il lavaggio. Stendere i panni subito dopo che la lavabiancheria ha terminato il ciclo ed evitare di lasciare per troppo tempo i capi da lavare nel cestello sarà un ottimo sistema per prevenire i cattivi odori.

Anche l’umidità nel cestello o nella vaschetta del detersivo può rivelarsi maleodorante, per cui sarebbe opportuno far asciugare bene tutto dopo ogni lavaggio lasciando scostato lo sportello e leggermente aperta la vaschetta.

Scopri di più: Perchè il bucato puzza? Cause e rimedi

Mantenere in ordine la lavastoviglie

Quello che abbiamo detto per la lavabiancheria vale anche per la lavastoviglie: lasciare piatti e tegami sporchi a lungo all’interno o, peggio ancora, non programmare una pulizia periodica della lavastoviglie, può causare odori davvero sgradevoli.

I residui di cibo e il calcare non solo rilasciano cattivi odori ma rendono più lungo e difficoltoso il lavaggio, oltre a ridurre sensibilmente la durata dell’elettrodomestico.

Prendersi cura degli animali domestici

Un gatto o un cane possono essere compagni perfetti, ma al tempo stesso se non opportunamente accuditi possono essere veicolo di cattivi odori. Prendersi cura di un animale domestico, facendogli il bagnetto periodicamente e spazzolandolo eviterà che la perdita di pelo possa trasformarsi in un deposito di batteri.

Naturalmente anche la pulizia della lettiera è fondamentale e dovrebbe essere fatta più volte al giorno.

Areare i locali

Oltre a provvedere alla pulizia della casa e mettere in atto tutte le indicazione appena date, ricorda di areare i locali per prevenire il rischio di formazioni di muffa. In particolare il bagno e la cucina, dove vapori e condense sono maggiormente presenti, è fondamentale effettuare il ricambio d’aria per non correre il rischio di vedersi formare sulle pareti quelle macchie scure che emanano un odore davvero sgradevole.

Ricorda che la muffa può colpire tutti gli ambienti chiusi: se noti che i tuoi vestiti sprigionano quell’odore così caratteristico non esitare a controllare che le spore abbiano invaso il guardaroba e ad intervenire per togliere la muffa dagli armadi.

Non perdere anche questi consigli:

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!