in

Bucato: come ridurre la quantità di panni da lavare

Quando si tratta di bucato, ti senti male solo all’idea? Se hai a che fare con montagne di vestiti e tessuti da lavare, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a ridurre la quantità di panni da lavare. Funziona ed è testata da me in prima persona!

Meno panni da lavare: quali sono i vantaggi effettivi?

Riuscire a ridurre il numero di prodotti che devi lavare in lavatrice è molto importante per diversi motivi:

  • Avrai meno capi da stirare
  • Potrai ridurre il numero di lavatrici e quindi ottenere anche un risparmio energetico
  • Avrai più tempo a disposizione per te e per le tue passioni
  • Avrai meno ingombro in casa
  • Consumerai meno detersivi
  • E via scorrendo…

Come puoi vedere i vantaggi che potrai ottenere sono davvero tantissimi: basta conoscere alcuni semplici trucchi e metterle in pratica nella vita di tutti giorni per vedere ridurre notevolmente il numero di lavatrici da fare ogni settimana.

Come ridurre il numero di lavatrici settimanali: consigli reali

Ed ora vediamo insieme alcune idee e suggerimenti per aiutarti in questa impresa: ti accorgerai ben presto che non è poi così difficile riuscire a diminuire il numero di lavatrici settimanali ottenendo così un notevole risparmio e più tempo per te stessa.

La prima idea che voglio consigliarti è quella di sostituire le tovaglie di casa con le tovaglie plastificate: a differenza di quelli in tessuto queste possono essere pulite e disinfettate in pochi secondi semplicemente con un panno microfibra ed un buon sgrassatore. Se ti piace l’idea di variare spesso, puoi procurartene due o tre con una diversa fantasia e alternarle periodicamente.

Ricorda inoltre che in questo particolare periodo, dove l’igiene deve essere sempre al primo posto, queste si rivelano sicuramente più igieniche in quanto non vengono riutilizzate ma vengono disinfettate dopo ogni utilizzo.

Un altro modo per ridurre notevolmente il numero di lavatrici da fare e quello di sostituire gli asciugamani da doccia con gli accappatoi: gli asciugamani infatti si lavano con maggiore frequenza mentre, grazie all’accappatoio, ognuno utilizzerà il suo garantendo una massima igiene e più utilizzi prima che si renda necessario un lavaggio in lavatrice. Ricorda che usciamo dalla doccia pulitissimi! Non è necessario lavarlo continuamente!

Se hai cani o gatti in casa, probabilmente anche tu ti ritroverai con il problema delle cucce morbide che devono essere continuamente lavate e disinfettate. Questo è normale perché i nostri amici animali le sporcano spesso mangiandoci all’interno oppure sporcandole con le zampette o riempendole di peli.

Per ovviare a questo problema puoi utilizzare delle cucce rigide come queste che possono essere pulite e disinfettate con un panno umido, riducendo il lavaggio in lavatrice al solo cuscino.

La stessa cosa puoi applicarla sui giochi per cani o gatti: ai peluche (che possono anche rompere mangiandone accidentalmente il contenuto dell’imbottitura) preferisci dei giochi rigidi e lavabili in pochi secondi direttamente nel lavandino.

Se hai un bimbo piccolo in casa, in età da svezzamento, probabilmente sarai alle prese con montagne di bavaglini da lavare, smacchiare e disinfettare ogni giorno: risolvi il problema acquistando dei bavaglini in silicone come questi, che possono essere lavati in pochi secondi dopo ogni utilizzo.

Per evitare che si macchi i vestiti (mangiando, giocando o disegnando, per esempio) puoi farti aiutare da bavaglini salva vestiti come questo: essendo impermeabile, può essere lavato facilmente e proteggerà i vestitini del tuo bambino.

Infine, voglio ricordarti di non lasciare mai i capi lavati in lavatrice: potrebbero prendere cattivi odori costringendoti a lavare nuovamente tutto il bucato!

Bucato: come ridurre la quantità di panni da lavare
Bucato: come ridurre la quantità di panni da lavare

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!