in

Acquario pesci: dove collocarlo e come allestirlo

Hai deciso di installare un acquario per pesci in casa? Ecco tutto quelli che devi sapere, dalla A alla Z!

Pubblicità

Allestire un piccolo (o grande) acquario per i pesci in casa è un’esperienza davvero unica che ti porterà tante soddisfazioni: potrai vivere da vicino la vita acquatica, imparare osservando e realizzare una zona relax in casa. Ma da dove iniziare? Cosa serve? Ecco una guida che ti aiuterà ad intraprendere questa fantastica esperienza.

Acquario per pesci: dove posizionarlo

Prima di comprare un acquario dovrai capire dove vorrai posizionarlo. Il luogo più comune in cui allestire un acquario è il salotto: è il centro della casa, la stanza dove trascorri più ore e dove ricevi i tuoi ospiti. Quale posto migliore, quindi, del salotto di casa o di un ingresso?

È invece sconsigliabile installare un acquario in camera perchè, anche se non si direbbe, i pesci ed il rumore dell’acqua potrebbero disturbare il tuo sonno. Allo stesso modo, è preferibile evitare di collocarlo in una cucina in quanto i vapori ed il fritto (l’unto che in genere si deposita sulle ante della cucina) potrebbero depositarsi nell’acqua della vasca.

Partendo quindi dal tuo salotto (o da un ingresso) dov rai trovare una collocazione che sia lontana da finestre (causa di alghe, come approfondiremo più tardi) e da fonti di calore (per esempio non vicino ad un termosifone).

Individuato il luogo adatto per l’installazione di un acquario, possiamo procedere con la scelta della vasca!

Acquario in casa: quali dimensioni scegliere

Allestire un nuovo acquario sarà una bellissima esperienza, ma se sei alle prime armi è consigliabile orientarsi verso un acquario di medie dimensioni (non troppo piccolo, non troppo grande) perchè sarà più semplice da gestire.

Per un principiante, un acquario da 60 litri (massimo 90) sarà perfetto come prima esperienza perchè di facile gestione.

Tetra Starter Line Acquario LED 54 L - Set Completo con Illuminazione a LED, Acquario Stabile per Principianti con Tecnologia, Cibo e Prodotti per la Cura, Nero

114,00  disponibile
4 new from 89,00€
2 used from 82,77€
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Tetra AquaartLED Acquario, 60 L, Bianco

139,90
125,00
 disponibile
3 new from 125,00€
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Amtra System 80 LED White/Acquario Completo di Illuminazione LED, Filtro e riscaldatore/cm 80x32x48 / 85 Litri

189,00  disponibile
3 new from 183,02€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Gli acquario più piccoli, oltre a limitarti nella scelta dei pesci da inserire, potrebbe rivelarsi problematico a livello di gestione.

Allestimento acquario: cosa inserire

Scelta la dimensione della tua vasca, dovrai procurarti un fondale (la sabbia o il ghiaino che vanno posizionati sul fondo), delle decorazioni (preferibilmente in materiale naturale, evitando le plastiche che possono rilasciare sostanze inquinanti nell’acqua del tuo acquario) e delle piantine (tante!).

La scelta del fondale è molto importante perchè limiterà la “rosa” dei pesci di acqua dolce che andrai ad inserire: alcuni pesci di fondo, infatti, prediligono la sabbia fina (i Pangio, per citarne uno) mentre altri preferiscono fondali realizzati con piccoli sassolini.

L’inserimento di piante per acquario vere è un punto estremamente importante per la buona riuscita del tuo progetto: le piante (vere) nell’acquario sono infatti indispensabili per mantenere sano e vitale l’ecosistema del tuo acquario. Oltre ad assorbire nutrienti dagli “scarti dei pesci” e dai depositi di mangime, producono prezioso ossigeno per i tuoi pesci tropicali. Non aver paura di esagerare con le piante: più ne inseriamo, meglio sarà per la salute ed il benessere dei tuoi pesci.

Pianta vera per acquario, Anubias barteri var. nana

7,00  disponibile
3 new from 7,00€
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Anubias Alternantera reineckii rosaefolia - Pianta vera per acquario tropicale

18,99  disponibile
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

25 piante vive per acquario / 9 diversi tipi – Echinodorus amazonicus, Anubias, felce di Giava, Ludwigia e molte altre Un bel gruppo di piante acquatiche per acquari da 45 – 68 litri.

49,90  disponibile
2 new from 35,79€
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Ti serviranno poi un filtro (vedi paragrafo successivo) ed un termostato.

Il filtro per i pesci di acquario e il termostato

Per completare la tua vasca, prima di procedere con l’inserimento dei pesci di acqua dolce, dovrai prima procurarti un buon filtro necessario anch’esso per l’ecosistema che si creerà nella vasca.

Il filtro per l’acquario dovrà essere idoneo alle dimensioni della vasca: è preferibile prenderne uno superiore, piuttosto che uno sottodimensionato.

All’interno del filtro si andranno ad annidare, con il tempo, dei piccolissimi batteri indispensabili per il buon mantenimento dell’acquario: saranno loro a trasformare gli scarti dei pesci in sostanza innocua per i pesciolini, ma preziosa per le tue piante!

I filtri per acquario possono essere esterni oppure interni alla vasca: quelli esterni sono maggiormente preferiti in quanto saranno nascosti (ad esempio riposti all’interno di un mobiletto) e lasceranno più spazio all’interno della vasca.

Il vataggio di quelli esterni è che si possono pulire e mantenere con maggiore facilità.

Mantovani Pet Diffusion Filtro Eden 501

29,99  disponibile
5 new from 29,99€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Sera, Filtro Interno per Acquario, in Design modulare, con Supporti di filtraggio, a Bassa Manutenzione, per Piccoli acquari Fino a 60 o 120 Litri, Adatto Anche per vasche per Tartarughe

14,95  disponibile
6 new from 14,95€
2 used from 13,49€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Tetra EX 600 Plus Set Filtro Esterno per Acquari da 60-120 L

99,00
84,25
 disponibile
7 new from 84,00€
2 used from 74,58€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Aquili BIO012 Bacterium e Plus, 20 Capsule

6,60
5,66
 disponibile
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

L’ecosistema dei pesci in acquario e la maturazione

Come hai potuto leggere sopra, un acquario funziona grazie all’ecosistema che si viene a creare al suo interno. Questo ecosistema funziona e si mantiene vitale e perfettamente funzionante grazie a:

  • Acqua
  • Batteri vivi (che trasformano i rifiuti – tossici per i pesci – in sostante “buone”)
  • Le piante vere (che producono ossigeno e assorbono gli scarti dei pesci, nutrendosene)
  • I pesci (che con i loro scarti danno vita ai batteri e nutrono di conseguenza le piante)

Questo ecosistema, per essere efficiente, deve essere bilanciato: un numero di pesci eccessivo rispetto alle dimensioni della vasca, per esempio, può causarne delle gravi alternazioni con conseguente moria di pesci.

Affinchè questo ecosistema trovi il suo giusto equilibrio, è necessario attendere almeno 30 giorni dall’inserimento di quello quello che hai letto sopra, ovvero:

  • Fondale
  • Piantine (numerose)
  • Filtro
  • Batteri vivi
  • Termostato (necessario per mantenere l’acqua ad una temperatura costante)
  • Inserimento di qualche scaglietta di mangime ogni 2/3 giorni (necessaria per la sopravvivenza dei batteri, anche in assenza di pesci)

Askoll Aa230003 Termoriscaldatore 100 Watt per Acquario, L

23,00
21,49
 disponibile
7 new from 21,49€
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Tetra FilterActive 250 ml Contiene Batteri Vivi che Attivano il Filtro e Batteri che Riducono l'Accumulo di Impurità, Mantiene il Filtro Biologicamente Attivo e Riduce le Impuritá

12,95
10,89
 disponibile
7 new from 9,38€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Non essere impaziente: la maturazione del filtro è un processo importantissimo e necessario per la salute dei tuoi pesci. Se puoi attendere anche per un periodo più lungo, meglio ancora.

Acquario: quali pesci inserire

Trascorsi almeno 30 giorni dalla preparazione del tuo acquario, potrai finalmente dedicati alla scelta ed all’inserimento dei pesci di acqua dolce. In questo articolo ho volutamente evitato di parlare di acquari marini perchè non ne ho alcuna competenza. Pertando la preparazione è dedicata esclusivamente ai pesci di acqua dolce.

Il consiglio che voglio darti, e che ti consigli di seguire con attenzione, è quello di inserire pochi pesci per volta: non cedere alla tentazione di acquistarne subito tanti perchè il filtro (ed i batteri che si trovano al suo interno), dovranno abituarsi pian piano al “carico di lavoro” aumentato a causa della presenza dei nuovi pesciolini.

Suddividi l’acquisto dei pesci in più interimenti, a distanza di almeno 30 giorni l’uno dall’altro.

Ricorda che ogni pesce ha bisogno di specifici valori e che in ogni negozio di vendita di pesci per acquario troverai le informazioni sulle loro dimensioni da adulti (non sottovalutarle!), sul PH ideale, sulla temperatura ideale, ecc…

Un consiglio: i pesci rossi, anche se una volta venivano collocati all’interno di piccole bocce, non sono indicati per la vita in piccole vasche. Si tratta di pesci che, in natura, raggiungono grandi dimensioni. Evita di prenderli a meno che tu non abbia orientato il tuo acquisto su un acquario con un litraggio di almeno 300 litri (per una sola coppia di pesci rossi).

Valori acquario da monitorare: come fare

Per mantenere sano un acquario, e prevenire picchi di sostanze pericolose per i pesci e per comprendere (e prevenire) il formarsi di alghe, è consigliato l’utilizzo di test a reagente, sicuri ed affidabili (si sconsigliano le striscette).

I test a reagenti per acquario ti permettono di monitorare diversi valori in vasca, quali PH, KH, GK, NO2, NO3, NH. Sigle che ora ti sembreranno incomprensibili, ma all’interno delle valigette con i reagenti troverai la spiegazione per ognuna di essi.

NT Labs NT170 - Kit di analisi multitest 6 in 1

84,94  disponibile
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Jbl 2409200 Jbl Proaquatest Combi Set plus Fe

66,32  disponibile
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

I test a reagenti per acquari sono semplicissimi da utilizzare: si versa un pò di acqua prelevata dall’acquario nell’apposita provetta, si inseriscono le gocce del reagente e si attende qualche minuto per l’esito. Tutto molto facile e veloce, e ti sarà di grande aiuto per risolvere le varie problematiche che potrebbero comparire.

Il cibo per i pesci d’acquario

I pesci d’acquario, come ogni essere vivente, necessitano di un mangime: questo alimento è disponibile sotto varie forme (granelli, scagliette, tabs) tutte studiate per ogni specie.

Il mio consiglio è quello di variare il più possibile: una dieta variegata e bilanciata aiueterà i pesci a restare in salute.

Sera Mangime in Granuli, Vipagran - 100 ml

4,31
2,99
 disponibile
6 new from 2,99€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Tetra Selection Mangime per Pesci Tropicali e Pesci da Fondo, 100ml

3,80  disponibile
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

Tetra Guppy Colour, Mangime in mini fiocchi per Pesci Tropicali, 250 ml

10,00
6,00
 disponibile
2 new from 6,00€
Spedizione gratuita
Amazon.it
as of 9 Aprile 2021 16:39

La scelta del mangime per i tuoi pesci d’acquario dipenderà quindi dalla tipologia di pesci inserita in vasca.

Le scagliette, per esempio, sono ideali per pesci che risalgono in superficie; i granelli sono indicati per pesci che si posizionato a metà dell’acquario mentre, le tabs, sono indicate per pesci che stanno prevalentemente sul fondo.

Malattie dei pesci: come accorgersene, come intervenire

Infine, arriviamo ad un punto dolente. Nonostante le buone intenzioni e la massima cura e amore verso i nostri pesci, potrebbero comparire alcune malattie. In questo articolo non entreremo nei dettagli, ma di seguito troverai due malattie abbastanza comuni e 2 medicinali per risolverle:

  • Malattia dei puntini bianchi: conosciuta ai più come “malattia dei puntini bianchi”, si presenta, in genere, dopo un evento che causa stress al pesce. Un errato inserimento nell’acquario (senza rispettare le tempistiche), uno sbalzo termico (acqua troppo fredda in vasca) oppure una convienza fra specie inadatte. Se in poche ore noti dei puntini bianchi sui pesci, agisci subito. Accendi l’aeratore al massimo, aumenta gradualmente la temperatura del temostato (fino a 28/29° circa) e metti il medicinale Protazol (leggi con attenzione il foglietto illustrativo prima dell’uso): la cura dura solo 24 ore ma, se prendi in tempo la malattia, potresti salvare tutti i pesci della vasca.
  • Macchie bianche sulle pinne: anche in questo caso, un sistema immunitario debilitato a causa di errori nella gestione della vasca, potrebbe portare il tiuo pesce a manifestare delle macchie bianche sulle pinne. In questo caso puoi provare la cura con Sera omnipur: leggi con attenzione il foglietto illustratrivo prima di procedere!

Queste sono le due malattie più comuni nei pesci d’acqua dolce: prima di procedere con l’utilizzo dei medicinali, leggi sempre con attenzione il foglietto illustrativo e segui con molta attenzione le indicazioni che troverai al suo interno,

↪ Vuoi chiedere consigli? Unisciti al nostro gruppo Facebook e seguici su Pinterest ed unisciti al nostro canale Telegram per condividere foto, chiedere consigli o semplicemente fare 4 chiacchiere in compagnia!

Pubblicità: