Aceto di alcool: cos’è, come usarlo e quanto costa

L’aceto di alcool, detto anche aceto di cristallo per il suo colore trasparente, è un prodotto naturale e a basso costo, ottenuto da una doppia fermentazione di riso, barbabietola da zucchero, frutta o malto.

Al contrario di quello di vino, però, l’aceto di alcool non è adatto ad un uso alimentare, ma grazie alle sue molte virtù, è ideale per la pulizia della casa e per diversi rimedi naturali.

Oggi parleremo proprio di come utilizzarlo per le faccende domestiche, aiutandoti a risparmiare rispettando l’ambiente.

Aceto di alcool: utilizzi per la casa

L’aceto di alcool ha spiccate proprietà disinfettanti e antibatteriche, per questo è particolarmente indicato per la pulizia della casa e altre faccende domestiche.

Uno degli utilizzi più comuni è quello come disinfettante. Usato puro o diluito nell’acqua è un detergente che elimina efficacemente germi e batteri, senza risultare inquinante come la candeggina o altri prodotti chimici.

Dato la sua capacità di eliminare i batteri, risulta un ottimo anti-odorante e potrai usarlo tranquillamente per combattere i cattivi odori nel frigo, nel lavabo, nei sanitari e in molte altre zone della tua abitazione.

All’inizio sentirai il forte odore tipico dell’aceto, ma si dissolverà presto, portando via anche la puzza. Provare per credere!

Oltre a questo è un anticalcare economico e naturale, a basso costo. Utilizzalo per eliminare ogni traccia da doccia, lavelli, pentole e ovunque tu ne abbia bisogno.

Aceto di alcool: i mille altri usi

Abbiamo visto come l’aceto di alcool sia un validissimo alleato per la pulizia, per disinfettare e per sciogliere il calcare da quasi tutte le superfici domestiche, ma i suoi usi non sono certo finiti qui. Eccone altri!

Lucidare e scrostare: se hai bisogno di lucidare, togliere le incrostazioni e far risplendere l’acciaio dei piani cottura, delle padelle e delle pentole, utilizza l’aceto di alcool. Ne basta una piccola quantità per far tornare come nuovi i tuoi strumenti da cucina. Inoltre li disinfetterai e eliminerai le incrostazioni in maniera naturale e sicura.

Funziona anche per l’argenteria, ma per non rovinare il materiale, è meglio diluirlo in acqua calda in modo da creare una soluzione meno aggressiva rispetto all’aceto puro.

Ammorbidente naturale: l’aceto può essere usato al posto dell’ammorbidente direttamente in lavatrice. Ne basta una piccola quantità nell’apposito vano del cassettino per risparmiare sull’acquisto di questo additivo per il bucato. Anche in questo caso, oltre ad avere biancheria soffice e morbida, otterrai un’azione antibatterica e igienizzante.

Disgorgante: sono moltissimi i motivi che possono portare i tuoi scarichi ad intasarsi. Se è capitato anche a te, non ricorrere ai prodotti in commercio, che potrebbero rovinare le tubature. Utilizza l’aceto di alcool disciolto in una pentola di acqua molto calda e versala nello scarico. Attendi un pochino che faccia effetto (anche tutta la notte) e poi fai scorrere l’acqua,

L’intoppo si scioglierà e tu potrai tornare ad utilizzare i tuoi sanitari o il lavello senza problemi. Grazie alla sua azioni antibatterica eliminerà anche i cattivi odori, quindi unirai due funzioni in un solo prodotto.

Perchè scegliere l’aceto di alcool?

Abbiamo visto i tantissimi usi per la casa e l’igiene dell’aceto di alcool. Ma perché preferirlo a quello di vino o ad altri prodotti già pronti in commercio? Le ragioni sono molte, ecco le principali e più importanti.

Economico: l’aceto di alcool costa molto meno rispetto ad altri detergenti chimici. Inoltre, nella maggior parte dei casi, ne serve una piccola quantità e questo ti consentirà di risparmiare moltissimo. Il prezzo è inferiore ad 1€.

Green: ci sono diversi motivi per cui l’aceto di alcool è un prodotto green e rispettoso della natura. Il primo è quello più ovvio, ossia non è di origine chimica, ma si ricava da ingredienti naturali, senza bisogno di additivi. Utilizzato in grandi quantità diventa comunque non ecologico, quindi utilizzalo con parsimonia.

Ma se ci pensi bene c’è anche un altro aspetto che lo rende rispettoso per l’ambiente. Avendo molti usi eviterai di comprare tanti prodotti diversi, eliminando i flaconi in plastica e creando meno rifiuti.

Sicuro: al contrario di altri prodotti per disgorgare o eliminare calcare e incrostazioni, l’aceto è un prodotto sicuro. Non avendo un’origine chimica, non crea particolari problemi negli ambienti in cui viene usato. Quindi non rischierai danni ai tuoi animali domestici o altri incidenti dovuti all’uso di sostanze aggressive. Insomma, se utilizzato correttamente e senza abusi, è a prova di bambino, di cane e di gatto!

Le mie osservazioni

Nonostante tutte siano “impazzite” per l’aceto di alcool nelle pulizie di casa, io in realtà non ho trovato alcun beneficio o risultato “miracoloso” nel suo uso. Non ho notato alcun miglioramento (rispetto ai metodi che uso abitualmente) su:

  • Pulizia delle piastrelle del pavimento (nessuna differenza sia su quelle lucide che su piastrelle opache)
  • Pulizia dei sanitari (non trovo differenza con altri prodotti)
  • Pulizia del piano cottura

A voi quindi la decisione!

Potrebbe interessarti anche approfondire gli utilizzi di:

Aceto di alcool
Flaconi di Aceto di Alcool